Close

inside

Lo senti il treno?

Alle undici capita, credo. Verso quell’ora, di sera, quando sento solo i cani abbaiare ogni tanto, lo sento. Il treno passa. Lo sento da qui, sono lontano ma mi sembra di essere tra la ruota e la rotaia, a seguire come una telecamera il movimento rapido della ruota alla stessa velocità del treno. Basta che […]

Leggi Ancora

Minaccia

[..] Io mi sarei innamorata a sentirti parlare un’ora in più, a vederti un’ora in più, e avrei tenuto il mio amore lì per guardarlo nei momenti di merda – nelle nottate in cui ancora piango, per intenderci. (Volevo giocare d’anticipo e scriverti tutto questo, sia chiaro, prima che tu scrivessi altro, perché mi illudo […]

Leggi Ancora

Animalia

Se si ascolta l’intuito si risparmia tipo un sacco di tempo. L’intuito per me è quell’avanzo di istinto che ha preso la parte positiva della razionalità e si è ben nascosto dietro ai pensieri strutturati dell’essere umano. È l’idea che si manifesta prima di iniziare a pensare, ed è lì il difficile dell’afferrarla: per afferrare […]

Leggi Ancora

Da quanto non si ferma?

Da quanto è che tutto gira? Da quanto non ho tempo per veramente fermarmi a parlare? Ho veramente parlato tutte quelle volte che ho parlato a me stesso? Vorrei scendere dal treno ogni tanto, sottrarmi alle regole del mondo tridimensionale. È troppo un susseguirsi serrato di parole e immagini.. come si può pensare che un […]

Leggi Ancora

Fatti non foste

E per l’ennesima volta l’impressione, non più ignorabile, che le cose che stavo dicendo e a tratti rimproverando alla persona che avevo di fronte erano le cose che volevo dire a me m’a non trovavo il coraggio, il tempo, la voglia. Pur di uscire usavano la persona lì davanti come uno specchio, si rimbalzavano ora […]

Leggi Ancora

Autumn leaves

È arrivato l’autunno, anzi sta per arrivare tra 9 minuti ma in realtà è già arrivato. Si è seduto lì nel prato poco fa, l’atmosfera era intima ma comunque solenne. Sarà un anticipo, ma come dice una mia amica, e come mi trovo ironicamente spesso a dire, finalmente agosto è finito. Non se ne può […]

Leggi Ancora

Revive

Non devo più commettere l’errore di spaventarmi per consigli e vite altrui, questo è il mio romanzo e la mia vita, simile e unico a tutti gli altri. Con esiti fondamentalmente diversi. Tranquillo. Senti che bel rumore.

Leggi Ancora

Non so cosa dire

22 agosto: “non so cosa dire” L’innamorato perpetuo scrive la sua ultima lettera alla luna dall’orizzonte degli eventi fa l’elogio del peccato e del peccatore. Scappare, scappare. Finirà questa cosa? A un certo punto si smette di scappare, ci si volta e si guarda quello da cui si sta scappando. Non che non ci abbia […]

Leggi Ancora