Close

15th maggio 2011

Cenotes/2

IMG_2083

Camminare pochi passi dietro di te.
Accorgersi che come nessun altro momento, quel momento non tornerà.
Bere di un cielo enorme, con un sapore che non ha niente di casa.
Sentire il peso che affonda nel terreno, come volesse rubarmi un po’ di anima.

Lontani

Lontanissimi

Nemmeno oltre le nuvole e l’oceano c’è una casa

Quando casa è qui.
Ti ho attesa un tempo infinito, le stelle no segnavano più la notte, il navigante era sperso.
Attesa è stato il mio nome, quando il tempo non si contava.

E ora non voglio più prima e dopo, solo questo spettacolo una volta e per sempre, i passi davanti ai miei, il tuo vestito leggero.

Mia rosa, musa, mistero e desiderio. Da pensare se sto veramente vivendo, se questa cosa che ho intorno sono veramente io.

Finchè l’oceano, unica musica, accarezzerà i nostri piedi, noi metà in quello che alcuni chiamano mondo, metà in quello che voglio chiamare cuore, perché oceano è ciò che non si può capire. Oceano è ciò che divide e contiene.

Chiudo i gomiti dietro la tua schiena, il tuo peso irrompe nel mio cuore.

I’m kissing you wide [..] I’m in luck